domenica 2 marzo 2008

LA FESTA. Dalle 21 falò sulla Pedemontana

da "Il Giornale di Vicenza", Domenica 2 Marzo 2008
LA FESTA. Dalle 21 falò sulla Pedemontana
Notte dei fuochi tra magia e tradizione
L’iniziativa ha coinvolto 22 amministrazioni locali



Un ideale abbraccio ha unito Comuni e associazioni della Pedemontana vicentina nella “Notte dei fuochi, el ciamar marso”. Una serata magica che a migliaia di persone ha fatto riscoprire le proprie origini e la memoria della propria identità.
Molti paesi hanno spento le luci e sono stati illuminati dai numerosi falò che si sono accesi ad uno ad uno sulle alture e negli antichi castellieri, in un crescendo fantasmagorico. La “chiamata di marzo”, che è storia e tradizione ma anche folclore e divertimento, ha voluto celebrare l'anno nuovo della tradizione veneta. E la Notte dei fuochi, rilanciata dall'associazione Pedemontana .vi presieduta da Nazzareno Leonardi, quest'anno è stata organizzata insieme con la Provincia di Vicenza e con il patrocinio della Regione Veneto. Ben 22 le amministrazioni comunali coinvolte, accanto alle Pro Loco e i relativi consorzi, la Protezione civile e il Corpo dei Vigili del fuoco volontari di Thiene.
Grandi falò dalle 21 ad Arsiero, Breganze, Caltrano, Calvene, Carrè, Cogollo, Chiuppano, Fara, Isola, Laghi, Lugo, Lusiana, Malo, Marano, Mason, Montecchio Precalcino, Pedemonte, Piovene, Posina, Sarcedo, Valdastico, Velo d'Astico e Zugliano. E suggestive fiaccolate in alcuni Comuni. M.P.

Nessun commento: